La soffitta

Blog perduti, nascosti, sepolti. L’antiquariato dei pensieri, le pagine grattate dal fondo del barile. Quelle usate per incartare il pesce, quelle che riparano dal freddo i barboni sulle panchine.

Pagine polverose, a volte dolorose, qualche volta felici.

Un giorno, alcune di queste pagine andarono perdute e ora grazie a Sasso le ho recuperate.

Il tutto ovviamente in un ordine sparso disorganizzato. Nella soffitta della memoria, tutto perde di senso. Persino il tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...