Pensieri sfusi · Scrittura Creativa - WT · Suggestioni

Marjane Satrapi e Pfitzer

Partiamo dal secondo. Fatto vaccino. Prima dose, Pfitzer. Un male al braccio che te lo raccomando. In quanto categoria fragile, dopo anamnesi, mi hanno fatto la punturetta liquidandomi con: ghiaccio se si gonfia e tachipirina per la febbre.
Dopo qualche ora mi sentivo Homer Simpson che allena un braccio solo.
In quanto alla stanchezza, sono sempre stanca perciò…

Poi ho visto questo film: The Voices di Marjane Satrapi. Convinta fosse una commedia, è un film sulla psicopatia. Angosciante il giusto. Lei come regista è a mio personale avviso, un genio. Capace di fare tutto. Il film è di un nero, che più nero c’è poco.


Ci sono donne che ammiro moltissimo. La Strapi è una, ma citerei anche Nadine Labaki (Caramel e Adesso dove andiamo?), Vanna Vinci, Elena Triolo, Simona Vinci, Ilaria Tuti, Marina Abramovic, e via dicendo…
Vorrei essere una di loro, arrivare ad esserlo.
Mi ci applico, ma bisogna avere quel qualcosa… Che temo di non avere.

Un libro che ho voglia di suggerirvi e che è una delizia, lo ha scritto un uomo: Francesco Abate.

Si intitola: Torpedone Trapiantati. Un corale di personaggi esilaranti, con momenti commoventi, pieni di struggente dolcezza.
L’autore ha ricevuto il “dono”. Per un trapiantato il “dono” è la possibilità di rinascere, grazie a un donatore che per questa ragione ha perduto la vita.
Una gita a un santuario, un viaggio che si trasforma in un’avventura. Con loro, viaggiano anche i famigliari dei trapiantati, e tra i tanti, la mamma di Checco, donna sagace e capace di grande ironia. Ho riso molto. Adesso punto a “Mia madre e altri disastri”, perchè una donna così, sarda, maoista e piena di umorismo, è rara da incontrare.
E poi, inizia con una citazione di Severino Cesari, storico editor Einaudi, persona rara, e trapiantato pure lui. Anche se poi, ha perduto la guerra.

Sinossi:

Una «comitiva di sopravvissuti»: a dieci anni esatti dal suo trapianto di fegato, Francesco viene invitato a una rimpatriata cui interverranno cento trapiantati assieme alle rispettive famiglie. È titubante, non sa se partecipare, ma alla fine, trascinato per un orecchio dalla Mamma, sale con lei sul torpedone. Acciacchi, fobie, farmaci indispensabili e piccole miserie: i protagonisti di questa gita somigliano ciascuno a una maschera della commedia, dal timido al giullare, dallo sbruffone al pauroso. In comune hanno il fatto di essere nati due volte, che è un dono immenso, ma anche una responsabilità. Quella di dover essere felici. Con la sua voce carognesca e a tratti malinconica, Abate ci racconta la storia della nostra fragilità e, al contempo, della nostra cocciuta voglia di vivere.

«Quando ho visto un’ottantenne sbucare da un gomito della salita, venirmi incontro, lesta come un capriolo sui sassi traditori, e sbraitare: – Checco, noioso, ma insomma, vi muovete o no?! – ho capito di aver commesso l’irrimediabile cazzata dell’anno 2017: partecipare alla gita dell’associazione sarda trapiantati e portarci pure Mamma».

Da leggere.

7 pensieri riguardo “Marjane Satrapi e Pfitzer

    1. Ho scoperto che Abate è divertente in modo caustico. Se ti capita… hai presente quei libri che ti fanno dire: mea libera tutti?
      Forse perchè è uno che parla di trapianti e che di suoi ci è passato. Non so… è la dissacrante ironia dei sopravvissuti

      1. Mi toccherà aumentare la già enorme pila di libri in lettura in attesa … ma penso ne valga la pena. Per il resto che dire… a me Pfizer fa venire in mente una birra bavarese, e continuerò ad avere quell’immagine positiva di schiumosa e bionda bevanda… una pinta alla spina, grazie! ^_^

    1. Macchè…

      Ma ieri ho riso un sacco. Ti riporto il dialogo:

      – che vaccino ti hanno fatto?
      – Pfitzer
      – Ohhh che fortunata!
      – Fortunata? Me l’hanno fatto come soggetto fragile per AR, Anemia e BMI. Mizzega che fortune che si hanno nella vita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.